Visita a San Felice sul Panaro

San Felice Sul Panaro - Foto di Gruppo

San Felice Sul Panaro – Foto di Gruppo

Sabato 18 gennaio una rappresentanza del Comitato dei Genitori dell’IC Manzoni ed io, in qualità di rappresentante degli studenti della media, siamo andati a Fan Felice sul Panaro in provincia di Modena all’inaugurazione della scuola media appena ricostruita.

Dico appena ricostruita perché era stata seriamente danneggiata dal terremoto del 20 maggio 2012, che l’ha resa inagibile fino a poche settimane fa.

I ragazzi della scuola media hanno dovuto fare lezione nelle tende per circa nove mesi, dopodiché sono passati ai container che erano forse anche peggio perché meno isolati dal caldo estivo e dal freddo invernale.

Grazie ai contributi di molti sponsor molto importanti che hanno donato delle grosse cifre e anche grazie al contributo della nostra scuola questi ragazzi hanno potuto continuare l’anno scolastico tra mura solide.

Il contributo che abbiamo donato è stato raccolto in parte grazie alla tombolata in piazza organizzata dal CdG nel giugno del 2012 e in parte grazie al ricavato dai mercatini che i genitori hanno organizzato.

Sindaco, Federico e Presidente CdG Vimercate

Sindaco, Federico e Presidente CdG Vimercate

A questa inaugurazione erano presenti le autorità comunali e regionali (Sindaco, Assessori, rappresentanti dell’Associazione Carabinieri, Vigili del fuoco, Polizia Locale, Protezione Civile e Presidente della Regione Emilia Romagna) La Dirigente scolastica, il Presidente del CdG della scuola di San Felice sul Panaro e tutte le maestranze che hanno contribuito alla restaurazione dell’edificio.

Tra un intervento e l’altro delle personalità pubbliche, i ragazzi ci hanno intrattenuto con brani suonati con il flauto.

Dopo i discorsi di rito delle personalità pubbliche, i ragazzi di terza hanno raccontato la loro esperienza di quella terribile notte.

È stato molto commovente perché le testimonianza di ragazzi, come me, che sono cresciuti pensando che non potesse mai accadere una cosa così tremenda proprio a loro, si sono trovati con la vita sconvolta nel giro di pochi minuti.

Se penso che stavano dormendo tranquilli magari preoccupati della verifica di italiano del giorno dopo e invece si sono trovati in pigiama in mezzo alla strada alle quattro del mattino vedendo la loro casa che crollava come se fosse stata fatta di LEGO, non riesco ad immaginare quello che possono aver provato, al terrore di quel momento.

La lettura delle testimonianze dei miei coetanei è stato indubbiamente il momento più toccante di tutta la mattinata.

Dopo il taglio del nastro, Gianluigi, il presidente del comitato genitori di San Felice, ci ha chiamato sul palco per una foto ricordo e per ringraziarci per l’aiuto dato.

A me è stato dato l’incarico di consegnare a nome del CdG e degli studenti, un bonsai di ulivo quale simbolo di rinascita e di forza.

Quale ringraziamento ci hanno consegnato un libro che illustra alcuni edifici prima e dopo il terremoto.

Nonostante la mattinata sia stata lunga, è stata anche molto istruttiva e molto importante.

Federico Valcher 3^D

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in CdG Manzoni. Contrassegna il permalink.